Logo image
Foto: PD

Foto: PD

Produzione e consumo Contenuto partner: Swisscom

Lunga vita ai dispositivi mobili

Prolungare il ciclo di vita, riutilizzare o riciclare: queste sono le strategie per impiegare smartphone e tablet in modo più sostenibile. L'esempio di un'impresa di costruzioni mostra il contributo che le aziende possono dare.

0

Condividi
Copiare il link LinkedIn
Ascoltare
Logo image

Lunga vita ai dispositivi mobili

Condividi
Copiare il link LinkedIn
Ascoltare

4 Min.  •   • 

Nel 2021, in Svizzera sono stati venduti oltre 1,7 milioni di smartphone. Per produrli sono necessarie numerose materie prime, alcune delle quali piuttosto rare: più di 30 metalli diversi, come alluminio, ferro e rame, vengono utilizzati per creare un singolo dispositivo. Ma non solo: anche metalli preziosi come oro, argento, platino e palladio sono impiegati, seppur in quantità minori.

Gli smartphone e i tablet sono spesso utilizzati per un tempo più breve rispetto a quello tecnicamente possibile. Infatti, i dispositivi vecchi vengono spesso lasciati a prender polvere in un cassetto. All’impresa edile Porr Suisse AG però non è così: Christoph Neururer, responsabile della sostenibilità, ha fatto una cernita dei vecchi apparecchi in azienda e ha raccolto 50 telefoni cellulari e due tablet. Per rimetterli in circolo, ha deciso di proporre a Swisscom di riacquistarli.

Una seconda vita per gli apparecchi usati

Swisscom riacquista gli smartphone e i tablet usati per rigenerarli, rivenderli o riciclarli a norma attraverso il servizio Buyback Business. Le aziende possono indicare gli apparecchi che desiderano vendere sul portale online e ricevere un'offerta. Più gli apparecchi sono nuovi e in buono stato, più alto sarà il prezzo di riacquisto offerto.

Per Porr Suisse AG, il ritorno finanziario era un fattore secondario. «Troviamo logico cercare di rigenerare e riutilizzare dispositivi non più in uso ma che contengono alta tecnologia e terre rare.» Alcuni smartphone erano inutilizzabili («in cantiere può succedere»), altri invece erano solo lievemente danneggiati, ma vista l’età non valeva più la pena ripararli. Fra i cellulari dismessi ce n’erano anche di quelli in perfetto stato. «Nella nostra attività la sicurezza ha la priorità su tutto», spiega Neururer, «per questo scartiamo quei dispositivi che non supportano più update importanti.»

Sara Duindam, responsabile di progetto della campagna di riacquisto di Swisscom, sottolinea: «Recuperare le materie prime è un importante contributo alla sostenibilità. Per questo, la nostra offerta Buyback Business non è rivolta solo ai clienti privati, ma a tutte le aziende svizzere.»

Cancellazione dei dati, rigenerazione e rivendita

Innanzitutto, Swisscom provvede a cancellare tutti i dati dagli smartphone e dai tablet riacquistati, dopodiché smista i dispositivi. Se sono in buono stato, vengono riparati.

Gli apparecchi funzionanti vengono rivenduti. Quelli inutilizzabili, invece, vengono riciclati. Per questa operazione Swisscom collabora con una società partner in cui persone con disabilità provvedono a disassemblare gli apparecchi. In questo modo si rimettono in circolo non solo i metalli, ma anche altre sostanze riutilizzabili come la ceramica e le materie plastiche che compongono l’involucro.

Questo lavoro permette veramente di ridurre lo sfruttamento delle risorse? «Certamente», conferma Marius Schlegel, Corporate Responsibility Manager di Swisscom, «in quanto i metalli come il rame, l’argento e le terre rare vengono rivenduti sul mercato».

Foto: PD

Da un punto di vista ecologico sarebbe auspicabile allungare il ciclo di vita dei dispositivi mobili. Le aziende possono contribuire fortemente in questo senso, rivendendo i loro apparecchi usati. Schlegel cita altri tre comportamenti per un uso più sostenibile dei telefonini: «Sul piano ecologico sarebbe più sensato utilizzare un unico apparecchio sia per le telefonate private che per quelle professionali anziché due diversi. I dispositivi guasti spesso possono essere riparati: si evita così di produrne di nuovi. Se un dispositivo non risponde più alle esigenze, è opportuno restituirlo, ad esempio attraverso Buyback Business».

Un settore che rispecchia quanto siano diverse le esigenze degli acquirenti è quello delle automobili. Mentre alcuni vogliono sempre l’ultimo modello, altri preferiscono acquistare un’auto usata. Con gli smartphone, la situazione è analoga: ogni azienda richiede apparecchi che soddisfino le loro necessità.

Vita più lunga, vita più ecologica

«Buyback Business aiuta anche ad aumentare la consapevolezza», continua Duindam. Anche alla Porr Suisse AG l’azione ha sicuramente prodotto un certo effetto, afferma Neururer: alcuni collaboratori hanno preso l’iniziativa e hanno restituito i loro cellulari privati al rivenditore.

«Sia a livello economico che ecologico è consigliabile usare i dispositivi il più a lungo possibile» Schlegel, Senior Corporate Responsibility Manager Swisscom

«Più viene usato un apparecchio e più ecologico diventa», conclude Schlegel. Il recupero dei materiali è importante per la sostenibilità, come anche il ciclo di vita dei prodotti. «Che si usi personalmente un dispositivo per un lungo periodo o che lo si ceda a qualcun altro, non fa differenza per l’ambiente.» Il migliore contributo che si possa dare come cliente o azienda è assicurarsi che gli apparecchi non restino inutilizzati in un cassetto.

Donare i cellulari per aiutare i bambini

Swisscom mette a disposizione delle aziende dei punti di raccolta gratuita dove consegnare i cellulari dismessi. Una volta terminata la campagna di raccolta, i dispositivi vengono controllati, rivenduti o riciclati. L’intero ricavato viene devoluto a progetti di beneficenza dell’organizzazione SOS Villaggi dei Bambini in Nicaragua. Le aziende possono anche donare in beneficenza i proventi realizzati con l’offerta di riacquisto Buyback Business.

Maggiori informazioni sull’azione di raccolta Mobile Aid: per clienti privati e commerciali

Dichiarazione: Questo contenuto è stato creato da Swisscom stesso nell'ambito del partenariato con Sustainable Switzerland.

Pubblicità

Articoli popolari

Articoli consigliati per voi

Foto: Swisscom

Dare speranza con i vecchi telefoni cellulari

Denaro in cambio del bicchiere usato
Economia circolare

Denaro in cambio del bicchiere usato

Foto: Clearspace

Operazione pulizia

Articoli simili

Uso di fibre naturali nella BMW M4 GT4: la casa automobilistica punta sulle strutture leggere bio ideate da Bcomp.
Economia circolare

Il piacere di guidare parte dall’innovazione

Foto: BMW
Mobilità

Materie prime, diritti umani e auto elettriche

Gold
Salute

La ricerca dell'oro etico: il punto di vista di un raffinatore svizzero