Logo image
BMW

Divertimento elettrico e sostenibile.

BMW Group persegue la vision di un’economia circolare. In questo modo l’azienda segue il principio guida della Circular Economy: RE:THINK, RE:DUCE, RE:USE e RE:CYCLE.

Sito partner
BMW

Le nostre attuali ambizioni

Environmental

Neutralità climatica per il 2050

Dalla materia prima al riciclaggio passando per supply chain, produzione e utilizzo.

Environmental

Neutralità climatica per il 2050

Dalla materia prima al riciclaggio passando per supply chain, produzione e utilizzo.

Il BMW Group mira ad azzerare l’impatto climatico aziendale entro il 2050 e a questo scopo si è posto dei target intermedi importanti e ben definiti lungo tutta la catena del valore. Aderisce inoltre alla Science Based Target Initiative (SBTi) e, in vista della Conferenza ONU sul clima 2021, ha sottoscritto l’iniziativa Business Ambition for 1.5 °C: un passo decisivo che si pone in linea con il più ambizioso degli obiettivi dell’Accordo di Parigi.

Mehr zum Thema

Environmental

Per il 2030

Riduzione del CO₂ Riduzione delle emissioni di CO₂ dei veicoli di almeno il 40% lungo tutta la catena del valore.

Environmental

Per il 2030

Riduzione del CO₂ Riduzione delle emissioni di CO₂ dei veicoli di almeno il 40% lungo tutta la catena del valore.

Il BMW Group ha il potere di ridurre direttamente le emissioni di CO₂ dei suoi stabilimenti e delle sedi aziendali, ma intravede importanti leve di decarbonizzazione anche nella supply chain. Per il 2030 si è posto ambiziosi obiettivi di riduzione. Sul fronte produzione le emissioni di CO₂ (Scope 1 e 2) riconducibili al singolo veicolo verranno ridotte del 90% rispetto al 2006. Lungo la catena del valore, invece, il gruppo punta a un calo di almeno il 40% rispetto al 2019.

Approfondisci

Environmental

50%

Sarà la percentuale dei veicoli BMW completamente elettrici venduti nel 2030.

Environmental

50%

Sarà la percentuale dei veicoli BMW completamente elettrici venduti nel 2030.

Le vendite di veicoli BMW elettrici ed elettrificati vanno aumentando di anno in anno, tuttavia la lotta al cambiamento climatico richiede maggiori sforzi – e obiettivi ambiziosi. Un ruolo in tal senso centrale spetta alla massiccia espansione della mobilità elettrica: date le attuali aspettative di mercato, il BMW Group prevede che nel 2030 almeno il 50% del suo fatturato mondiale sarà riconducibile a veicoli completamente elettrici.

Approfondisci

Social

Parte della società

Non solo una casa automobilistica, bensì una parte integrante della società globale.

Social

Parte della società

Non solo una casa automobilistica, bensì una parte integrante della società globale.

In quanto corporate citizen il BMW Group si dà da fare con la stessa serietà e voglia d’innovazione che contraddistinguono il lavoro nei suoi stabilimenti e la collaborazione con stakeholder di rilievo e partner di spicco come l’UNICEF o l’Alleanza delle Civiltà dell’ONU. Inoltre, con il suo operato innovativo e le sue attività di volontariato il personale del gruppo determina un cambiamento positivo in tutto il mondo.

Approfondisci

Social

Standard ambientali e sociali

Elevatissimi standard ambientali e sociali sia nelle proprie aziende che lungo l’intera supply chain.

Social

Standard ambientali e sociali

Elevatissimi standard ambientali e sociali sia nelle proprie aziende che lungo l’intera supply chain.

Nel 2014 tutti i fornitori diretti del BMW Group si sono impegnati contrattualmente a rispettare standard ambientali e sociali estesi, diritti umani compresi. Anche i subfornitori sono tenuti ad applicare tali standard, il cui rispetto deve essere debitamente verificato. Particolare attenzione viene rivolta alla sofisticatissima catena di fornitura di materie prime. L’azienda acquista cobalto e litio direttamente da produttori e miniere, il che le garantisce la massima trasparenza circa provenienza del materiale e metodi estrattivi.

Approfondisci

Environmental

Secondary First!

La percentuale dei materiali secondari presenti nei veicoli del BMW Group passerà dal 30% al 50%.

Environmental

Secondary First!

La percentuale dei materiali secondari presenti nei veicoli del BMW Group passerà dal 30% al 50%.

Economia circolare: il BMW Group attribuisce alla gestione accorta dei materiali primari un ruolo centrale e tiene conto dello sfruttamento oculato delle risorse e della loro riciclabilità già durante i processi di design e sviluppo dei prodotti. Oggi i veicoli BMW constano già per circa il 30% di materiali secondari. Dal 2030 in poi questi costituiranno ben il 40% del portafoglio prodotti della Neue Klasse e l’intenzione è quella di arrivare addirittura a quota 50%.

Approfondisci
Foto: PD

Offerta del partner

Le auto elettriche BMW

Provate il divertimento alla guida dei veicoli elettrici BMW:

  • Muovetevi senza fare alcun rumore nel traffico cittadino o extraurbano
  • Accelerazione immediata da fermo
  • Puro divertimento alla guida: a emissioni di scarico e locali 0

Storie di BMW

Foto: BMW

L’alto potenziale dell’idrogeno

Gli esperti non hanno dubbi: l’idrogeno è tra i protagonisti della svolta energetica. L’azienda automobilistica BMW scommette sull’«H2 verde» e lo testa a livello mondiale con una flotta pilota sulla base della BMW X5.

Foto: BMW

«I materiali sostenibili sono fantastici»

È possibile configurare gli interni dei veicoli in modo che siano sostenibili e allo stesso tempo attraenti? Per il BMW Group questi due obiettivi non sono una contraddizione. E il gruppo automobilistico di Monaco di Baviera sta cercando di raggiungerli in due modi, ovvero puntando su materiali pregiati riutilizzabili e prendendo in considerazione materie prime rinnovabili.

Foto: BMW

«I diritti umani non sono un compito di cui occuparsi una tantum»

Oltre a occuparsi di un rapporto con l’ambiente rispettoso delle risorse, l’ampio campo della sostenibilità ha anche una dimensione sociale, ovvero il rapporto rispettoso con le altre persone. Ciò include in particolare il rispetto dei diritti umani.

Pubblicità