Logo image
Foto: PD
Clima ed energia

Quando sarà possibile volare al mare senza cherosene?

Quella di non andare più in vacanza al mare finché non sarà finalmente possibile volare senza cherosene è una decisione del tutto personale. Ad ogni modo, per quanto allettanti siano i voli verso le mete turistiche più popolari, ci sono senz’altro diversi buoni motivi per rinunciare, laddove possibile, a viaggiare in aereo.

0

Condividi
Copiare il link LinkedIn
Ascoltare
Logo image

Quando sarà possibile volare al mare senza cherosene?

Condividi
Copiare il link LinkedIn
Ascoltare

3 Min.  •   • 

Scoprire posti nuovi

C’è poco da fare: l’aereo è il mezzo più rapido per viaggiare alla volta di Paesi con spiagge da sogno. Permette di trascorrere le vacanze in luoghi troppo lontani per essere raggiunti via terra in tempi ragionevoli. E ci dà la possibilità di scoprire culture esotiche e paesaggi naturali lontani.

Forte inquinamento

È però assodato che i viaggi aerei – e questo è il rovescio della medaglia – sono tra le principali fonti di emissioni di gas serra, soprattutto per via dell’alto consumo di cherosene. Già oggi il traffico aereo mondiale è responsabile del 5% del surriscaldamento globale. A tal proposito va ricordato che durante la combustione del cherosene si formano gas nocivi per l’ambiente, in particolare biossido di carbonio e ossidi di azoto. A grandi altezze gli effetti di queste sostanze sono circa tre volte più forti che non a terra e amplificano l’effetto serra in misura proporzionale. Un volo andata e ritorno dalla Svizzera alle Maldive, p. es., comporta l’emissione di circa 3 t di CO2 a persona. Chi, giustamente, è preoccupato dalla crisi climatica e dall’inquinamento ambientale – fenomeni provocati in larga misura dall’uomo – farà quindi meglio a rinunciare ai viaggi aerei.

Soluzioni alternative

Per trovare delle belle spiagge non bisogna per forza di cose salire su un aereo. Anche in Europa ci sono splendidi tratti di costa, p. es. sull’Atlantico o nel bacino Mediterraneo, raggiungibili in treno, bus o auto. Questi mezzi di trasporto sono più lenti di un volo, ma in compenso inquinano meno, soprattutto se alimentati da energie rinnovabili.

Pesa ogni singolo contributo

È vero: il comportamento del singolo incide senz’altro in misura molto limitata al cambiamento climatico. Ma se a decidere di viaggiare in modo sostenibile scegliendo mete raggiungibili anche senza bisogno di un aereo sono in tanti, ecco che le cose cambiano. Della serie: l’unione fa la forza. E poi fa parte della nostra responsabilità sociale smettere di compromettere il futuro del pianeta Terra con attività che incidono negativamente sull’ambiente.

Alternative al cherosene

Ricercatori e industria aerospaziale stanno lavorando a pieno regime per mettere a punto tecnologie e approcci innovativi con cui rendere più ecologici i viaggi in aereo. Nascono così velivoli nettamente più leggeri di quelli attuali (e dunque con un consumo inferiore) e che, anziché con cherosene, sono alimentati con carburanti non fossili o elettricità da energie rinnovabili. Nei prossimi anni verranno probabilmente compiuti dei passi avanti sul fronte della riduzione dell’impatto ambientale del traffico aereo. Prima che queste innovazioni siano pronte per essere immesse sul mercato e in grado di ridurre in grande stile l’inquinamento causato dai voli, tuttavia, passerà presumibilmente ancora parecchio tempo. Siamo disposti ad attendere?

Compensazione dei voli

Chi proprio non vuole rinunciare a volare può sempre ridurre gli effetti negativi del traffico aereo compiendo un piccolo sforzo personale, p. es. scegliendo compagnie che aderiscono a iniziative ecologiche o compensando le emissioni di CO2 attraverso la partecipazione a programmi di compensazione su base volontaria.

Questo articolo è pubblicato su

Pubblicità

Articoli popolari

Articoli consigliati per voi

Foto: PD
Economia circolare

Edifici intelligenti per raggiungere gli obiettivi climatici

Foto: BCG

I dati come leva per frenare il cambiamento climatico

Gli eventi estremi diventeranno presto permanenti
Cambiamento climatico

Gli eventi estremi diventeranno presto permanenti

Articoli simili

 L'anidride carbonica (CO₂) è tra i gas a effetto serra che contribuiscono maggiormente al riscaldamento globale.
Cambiamento climatico

«Il CO₂ è un rifiuto senza valore, ma questo deve cambiare»

https://pixabay.com/photos/dry-arid-yellow-nature-landscape-856544/
Cambiamento climatico

Se il 2024 fosse ancora più caldo

Foto: Post
Cambiamento climatico

Tutelare il clima con i boschi e la scienza